COVID-19

"Appello a Governo e cittadini"

Sollevo un appello al Governo nazionale per confermare in modo chiaro e forte l’obbligo di rimanere a casa, fatta eccezione per l’acquisto di beni di prima necessità e medicinali.

Mi rivolgo a tutti i nostri concittadini nel chiedere il rispetto assoluto di tali ordinanze regionali.

È un momento che richiede sacrificio e impegno da parte di ognuno di noi, siamo in una fase cruciale e vanificare i progressi fatti finora lasciandosi andare a comportamenti irresponsabili sarebbe veramente grave e controproducente.

Se iniziassimo ad uscire con amici o bambini non ci sarebbe nessuno a controllare la distanza da mantenere per legge tra noi e chi ci circonda, discorso analogo per una passeggiata fatta nelle vicinanze dell’abitazione in termini di tempo e spazio. Una situazione del genere nel fine settimana di Pasqua sarebbe una tragedia.

Stiamo nel vivo della fase d’incubazione del virus, così si rischierebbe una nuova diffusione del virus ed un ulteriore aumento dei contagi, prolungando all’infinito il divieto di uscire, in vigore per la nostra sicurezza, con un enorme danno per la salute di tutti.

Si lavora per un rilancio economico graduale, non possiamo rischiare un’emergenza ancora più drammatica di quella attuale. Soprattutto al Sud, dove solo ora arriva il picco del contagio, dopo essere riusciti a stento ad arginare l’ondata dei rientri dal Nord.

Senza contare che un prolungamento estivo della quarantena metterebbe in seria difficoltà sia i cittadini che le imprese, e sarebbe più difficile dopo tutti questi mesi un controllo efficiente della situazione.

Ribadisco che in Campania è assolutamente vietato uscire, al di là dei casi consentiti.

Per tutelare in modo serio e mirato la salute dei nostri cari, come si sta facendo tra le molte difficoltà, è necessario lavorare senza elementi di disturbo, confusione o paura.

Per concludere: questa settimana proveremo a definire un Piano regionale di sostegno sociale alle fasce deboli e di sostegno economico alle attività produttive e professionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *